Cenni informativi sulle principali direttive della Comunità Europea sulle emissioni inquinanti dei veicoli a motore

Il portale istituzionale del Comune di Rapallo (GE): informazioni e comunicazioni ai cittadini e non.

Banda Blu alta
Logo Comune di Rapallo
Polizia Municipale
Verbali online
Segnala al Comune
iNFORapallo
Donazione Organi
banner wifi-zone (228x60)
Informa Giovani
banner WebMail (228x60)
Extranet
Scrivi al Comune
Feed RSS
Notizie e Comunicati - Polizia Municipale
Home Page » Archivi » Notizie e Comunicati » Polizia Municipale
Immagini
13-11-2013
Cenni informativi sulle principali direttive della Comunità Europea sulle emissioni inquinanti dei veicoli a motore
 

La Comunità Europea ha emanato dal 1991 una serie di direttive sulle emissioni di inquinanti da parte dei veicoli. In base a queste direttive sono state individuate quattro categorie di appartenenza per gli autoveicoli.

Pre-Euro 1 o Euro Zero indica i veicoli "non catalizzati" a benzina e i veicoli "non ecodiesel": generalmente si tratta di modelli immatricolati prima del 1 gennaio 1993.

Euro 1: indica le autovetture conformi alla direttiva 91/441 o i "veicoli commerciali leggeri" conformi alla direttiva 93/59 che ha introdotto l'obbligo per la casa costruttrice di montare la marmitta catalitica e di usare l'alimentazione a iniezione. E' entrata in vigore nel 1993, a seguito di ciò per tutte le autovetture immatricolate in Italia alimentate a benzina e a gasolio, rispettivamente dal 1/1/1993 e dal 1/7/1994 è richiesta la conformità alle seguenti direttive.
Principali Direttive Euro 1:
91/441 CEE
91/542 CEE punto 6.2.1.A
92/97/CEE-91/441/CEE
92/97/CEE-91/441/CEE-93/116CEE
92/97/CEE-91/542/CEE punto 6.2.1- A
93/59 CEE
93/59 CEE-93/116CE
93/59 CEE-95/54CE

Euro 2: indica le autovetture conformi alla direttiva 94/12 o i "veicoli commerciali leggeri" conformi alla direttiva 96/69. E' in vigore dal 1 gennaio 1997, mentre per i veicoli commerciali leggeri benzina o diesel e per i fuoristrada è in vigore dal 1 ottobre 1998.
Principali Direttive Euro 2:
91/542 CEE punto 6.2.1.B
94/12 CEE
96/1 CEE
96/20 CE
96/44 CEE
96/69 CE
98/77 CE

Euro 3: indica i veicoli conformi alla direttiva 98/69. E' obbligatoria per gli autoveicoli fabbricati dopo il 1 gennaio 2001. Alcune auto potrebbero essere state immatricolate nel 2001 ma fabbricate nel 2000 e quindi prive di EURO 3; alcune case costruttrici hanno anticipato l'obbligo per cui ci sono dei veicoli immatricolati prima del 2001 che rispettano l'EURO 3.
Principali Direttive Euro 3:
98/69 CE
98/77 CE rif. 98/69 CE
1999/96 CE
1999/102 CE rif. 98/69 CE
2001/1 CE rif. 98/69 CE
2001/27 CE
2001/100 CE A
2002/80 CE A
2003/76 CE A

Euro 4: indica i veicoli conformi con la direttiva 98/69B. E' obbligatoria dal 1 gennaio 2006. Alcune case costruttrici hanno anticipato l'obbligo per cui ci sono molti veicoli recenti che rispettano la normativa EURO 4.
Principali Direttive Euro 4:
98/69 CE B
98/77 CE rif. 98/69 CE B
1999/96 CE B
1999/102 CE rif. 98/69 CE B
2001/1 CE rif. 98/69 CE B
2001/27 CE B
2001/100 CE B
2002/80 CE B
2003/76 CE B
2005/55B1
2006/51/CE rif.2005/55B1
Nota: il veicolo rientra nella classe di omologazione EURO 4 solo se la Direttiva di riferimento è accompagnata dalla lettera B o della dicitura stage 2005.
 

Per i motoveicoli e ciclomotori:
 

Euro zero: Ciclomotori e motocicli omologati prima del 17/06/1999
Euro 1: Ciclomotori e motocicli omologati dopo il 17/06/1999: conformi alla direttiva 97/24 CE cap. 5.
Euro 2: Ciclomotori omologati dopo il 17/06/2002: conformi alla direttiva 97/24 CE cap. 5 fase II.
Motocicli immatricolati dal 01/01/2003: direttiva 2002/51/CE fase A,2006/27/CE fase A.
Euro 3: Ciclomotori e motocicli omologati o immatricolati dopo il 01/01/2006: conforme alla direttiva 2002/51/CE fase B, 2006/27/CE fase B.
 

Dove guardare sulla carta di circolazione:
 

Sulla carta di circolazione di nuovo tipo l'indicazione delle direttive riguardanti le emissioni, è riportata alla lettera V.9 (riquadro 2) ed è spesso integrata con ulteriore specifica nel riquadro 3.
Sulla carta di circolazione di vecchio tipo l'indicazione della normativa comunitaria di riferimento, si trova nel riquadro 2.
Per le vetture nuove di fabbrica immatricolate tra il 1993 e il 1996, seppure in casi rari, può accadere che sulla carta di circolazione non sia riportata l'annotazione relativa alla direttiva europea di riferimento: in questo caso il veicolo è sicuramente EURO 1, cioè conforme alla direttiva 91/441, perché dal 1 gennaio 1993 potevano essere immatricolati come nuove solo vetture omologate secondo questa direttiva. Rimane però da verificare l'eventuale conformità ad una direttiva successiva che fa rientrare il veicolo nella categoria EURO 2 o EURO 3: si consiglia a tale riguardo di contattare il locale Ufficio della Motorizzazione Civile (ora denominata Dipartimento dei Trasporti Terrestri) per ottenere i relativi chiarimenti.
Per i veicoli nuovi immatricolati prima del 1992, quando non è annotata sulla carta la dicitura "rispetta la direttiva CEE n.91/441", che comporta l'appartenenza del veicolo alla fascia EURO 1, occorre ugualmente prendere contatto con la Motorizzazione Civile.
Se la carta di circolazione è interamente compilata a mano, secondo procedure in vigore fino al 1978, si tratta sicuramente di un veicolo "pre-Euro1".
 

Motoveicoli e ciclomotori:
Sulla carta di circolazione di nuovo tipo l'indicazione è riportata alla lettera V.9, con specificata la direttiva di riferimento nelle righe descrittive.
Su quella di vecchio tipo l'indicazione si trova nel riquadro 2.


Scaricare l'allegato "Classi euro" per avere la tabella di corrispondenza tra le direttive comunitarie antinquinamento riportate sulla carta di circolazione e la classificazione Euro

 
Scarica allegato: Classi euro.pdf (30 kb) File con estensione pdf


Eventi in argomento

Dal 22-08-2016
al 22-08-2016
Luogo: Piazza Martiri della Libertà
Identificativo: 1984
Dal 30-07-2016
al 30-07-2016
Luogo: Piazza Martiri della Libertà
Identificativo: 1956

Condividi

- Inizio della pagina -

Logo Comune di RapalloComune di Rapallo
Piazza delle Nazioni, 4
16035 Rapallo (GE)
Tel. 0185.680 1, Fax. 0185.680 238
P.E.C.: protocollo@pec.comune.rapallo.ge.it
C.F. 83 003 750 102 - P.IVA 00 209 910 991
IBAN: IT07R0617532119000000027690

| Accesso Utente |

 

Il portale del Comune di Rapallo (GE) è un progetto realizzato dall'Ufficio G.S.I

e da Internet Soluzioni S.r.l. con la piattaforma  ISWEB - Content Management Framework

Il progetto Portale istituzionale del Comune di Rapallo (GE) è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it