Canale turismo » Eventi in agenda » lettura Eventi in agenda
Eventi in agenda

PAOLA CORTELLESI Anteprima "SALINA DOC FEST" Festival del documentario narrativo

PAOLA CORTELLESI Anteprima "SALINA DOC FEST" Festival del documentario narrativo
16-06-2018 - Teatro all'aperto nel Parco di Villa Tigullio (in caso di pioggia Teatro delle Clarisse)
Orario: ore 20.30

Comunicato stampa

""ASPETTANDO IL SALINADOCFEST

ANTEPRIMA A RAPALLO IL 16 GIUGNO CON PAOLA CORTELLESI.

A SALINA DAL 13 AL 15 SETTEMBRE XII EDIZIONE DEL FESTIVAL SUL TEMA

COMUNITÀ - ISOLANI SI ISOLATI NO!
 

Aspettando la XII edizione del Salinadocfest – Festival del Documentario Narrativo, diretto e fondato da Giovanna Taviani, che si svolgerà a Salina dal 13 al 15 settembre, grande anteprima a Rapallo, nel cuore del Golfo del Tigullio, sabato 16 giugno con Paola Cortellesi che aprirà la serata con un omaggio a Anna Magnani a 110 anni dalla nascita, a cui seguirà la proiezione del film Come un gatto in tangenziale per la regia di Riccardo Milani. L’evento, aperto al pubblico, si terrà nella splendida cornice di Villa Tigullio sul golfo di Rapallo.

"La serata, patrocinata dal Comune di Rapallo (per volontà del Sindaco Carlo Bagnasco e dell'Assessore al Turismo Elisabetta Lai), con il supporto di Banca Intesa, sarà l’occasione per lanciare il programma e gli ospiti della dodicesima edizione del festival internazionale dedicato al documentario, e si avvarrà della consulenza e collaborazione di Enrico Magrelli che modererà il talk pubblico con Paola Cortellesi (candidata ai David Donatello 2018 come migliore attrice protagonista) e Riccardo Milani, regista del pluripremiato film Come un gatto in tangenziale. I temi sociali del film legati al confronto e all’incontro tra classi sociali, al dialogo tra mondi diversie periferici sono tematiche care al Salinadocfest. Paola Cortellesi racconterà, inoltre, il suo percorso professionale tra teatro, cinema e televisione e al termine della serata riceverà il Premio Speciale SDF-Rapallo dal Sindaco di Rapallo Carlo Bagnasco. Rai Liguria sarà media partner dell’evento.

Prima della proiezione Paola Cortellesi terrà un reading da Mamma Roma di Pier Paolo Pasolini. L’omaggio alla Magnani nasce per celebrare una delle protagoniste indiscusse del nostro cinema e per ricordare, simbolicamente, quando il cinema sbarcò alle Eolie. Era il 1949 quando la Magnani a Vulcano e la Bergman a Stromboli ci raccontavano le Eolie suggestive e ancora sconosciute ai più entrando nell’immaginario collettivo di quelle isole. Anna Magnani protagonista del film Vulcano di William Dieterle (1950) e la rivale Ingrid Bergman di Stromboli Terra di Dio di Roberto Rossellini (1950). Era la guerra dei due Vulcani a cui la stessa direttrice artistica del Salinadocfest, Giovanna Taviani, ha dedicato un capitolo del suo documentario Nastro d’argento nel 2011 Fughe e Approdi. Ritorno alle Eolie tra cinema e realtà, per ricordare la propria infanzia passata alle Eolie, isole di fughe e emigrazione, ma anche di approdi eccellenti dei grandi padri del cinema mondiale. Proprio in quelle isole negli anni ‘40 si affacciava il documentario con la Panaria film che, in modo pioneristico, sperimentava i primi esempio al mondo di riprese subacquee.

Così da dodici anni il Salinadocfest, entrato nel Calendario dei Grandi Eventi della Regione Sicilia, riporta alle Eolie il documentario analizzando il rapporto tra centro e perifierie, ma anche la dialettica tra solitudine e comunità perché, dallo scoprirci invisibili e dal bisogno di ritrovarsi uniti, diventa centrale il valore della Comunità che quest’anno è il tema cardine attorno a cui ruota l’edizione del Festival: Comunità - Isolani sì isolati no!.

Da Salina a Rapallo, dalla Sicilia alla Liguria nasce un simbolico gemellaggio per trovarsi uniti dalla cultura dei valori condivisi e rilanciare parole desuete come solidarietà, incontro, comunità.

Da qui il tema di quest’anno: Comunità – Isolani sì Isolati no! al centro del XII Concorso Internazionale del Documentario narrativo (Premio Tasca D’Almerita e Premio Signum del Pubblico) che si vanno ad aggiungere al Premio Irritec e Premio Ravesi per le altre sezioni del Festival. Quest’anno la selezione del Concorso del Salinadocfest non passerà attraverso un bando ma attraverso una selezione dei migliori documentari prodotti nell’ultimo anno che abbiano avuto una risonanza europea nei migliori Festival dedicati al cinema del reale. Il meglio del documentario narrativo, nella consapevolezza che si può – si deve – “documentare” la realtà “raccontando una storia”, con la fantasia e la visionarietà del linguaggio del cinema. Come dimostrano i successi del cinema italiano a Cannes, dal documentario di Stefano Savona, amico storico del Salinadocfest, al riconoscimento per i film di Garrone e Rohrwacher che coniugano realtà e fiaba e trasformano la cronaca in visione.

 

Ritrovare il senso della Comunità è il presupposto che ha mosso dalle origini il Salinadocfest, che in questi dodici anni è riuscito a creare una vera e propria Comunità attorno al cinema del reale e che ha opposto al frastuono delle grandi metropoli il silenzio carico di significato di chi vive in una isola o in una piccola comunità lambita dal mare che utilizza ancora un linguaggio comune e parole condivise.

Per questo metteremo al centro del Festival, ancora una volta, la scuola e gli insegnati, vale a dire la Formazione, perché crediamo che la cultura possa aiutare i giovani a costruirsi un futuro diverso ripartendo proprio dalla conoscenza.

Tra le novità di quest’anno il Concorso del Festival torna in una veste nuova, con la direzione artistica di Mario Incudine per la sezione Teatro e Musica, e con una importante “comunità” di intellettuali, critici, registi, giornalisti, che hanno un legame con Salina e con il cinema documentario, e hanno accettato l’invito a far parte del nuovo Comitato Scientifico del Festival e hanno deciso di accompagnarlo per ricominciare a raccontare il nostro paese e a ricostruire quell’orizzonte comune, lasciatoci in eredità dai nostri padri, che ciascuno di noi ha il diritto di ricostruire per i figli che verranno.

per entrare a far parte della comunità del Salinadocfest e sostenere il Festival

http://sostienici.salinadocfest.it/

ufficio stampa Salinadocfest:

Storyfinders - Lionella Bianca Fiorillo 06.36006880 - 340.7364203 press.agency@storyfinders.it



In caso di maltempo gli spettacoli si terranno presso il Teatro Auditorium delle Clarisse

Prossimi eventi

22.06.2018
Orario: ore 18.30

luogo: Hotel Rosabianca

Organizzato dall'Associazione culturale A3

22.06.2018
Orario: ore 21

luogo: Auditorium delle Clarisse

Esibizioni di Danza classica, contemporanea e hip hop

23.06.2018
Orario: ore 21

luogo: Auditorium delle Clarisse

Recital per tenore e pianoforte Tenore Alberto Bonifazio - Collaboratore al pianoforte Tiziana Canfori