Home Page » Aree dedicate » Servizi alla persona » Politiche Abitative » Contratto a canone concordato
Contratto a canone concordato
Immagini

                           
     Contratto a canone concordato

La vera innovazione della Legge 431/98 è l'introduzione di una nuova tipologia contrattuale: quella a canone concordato, che prevede la possibilità di stipulare contratti di locazione in cui la durata del contratto, il valore del canone ed altre condizioni contrattuali non vengono stabiliti tra le parti individuali ma tra le organizzazioni maggiormente rappresentative della proprietà e dei conduttori di concerto con le istituzioni interessate (Ministero dei Lavori Pubblici e Comune).
Questa tipologia di contratto si applica però esclusivamente nei comuni ad alta tensione abitativa quale il Comune di Rapallo.
La durata del contratto è prevista dal legislatore in tre anni (art. 2 comma 5 legge 431/98). Nel Comune di Rapallo l'accordo territoriale prevede che le parti contrattuali private possano stabilire durate contrattuali superiori a quella minima fissata per legge, oltrechè di anni 3 anche in anni 4, anni 5, anni 6. Ciò fermo restando che, in ogni caso, la proroga (eventuale) prevista dalla Legge 431/98 sarà sempre solo di anni 2 (art. 2 comma 5 legge 431/98).
In base agli accordi territoriali definiti in sede locale e in conformità alle finalità indicate all’art. 2 comma 3 della legge 431/98 (che stabiliscono fasce di oscillazione del canone di locazione all’interno delle quali, secondo le caratteristiche dell’edificio e dell’unità immobiliare, è da concordare tra le parti il canone per i singoli contratti) è stato stipulato nell’anno 2000 un accordo tra più organizzazioni della proprietà edilizia e le organizzazioni dei conduttori per stabilire i criteri per la determinazione dei canoni di locazione.
In data 12 marzo 2015 le organizzazioni sottoelenacate della proprietà edilizia e dei conduttori hanno depositato, c/o il Comune di Rapallo, l’aggiornamento del suddetto accordo.

Organizzazioni della proprietà edilizia
A.P.E. - CONFEDILIZIA della provincia di Genova, delegazione di Chiavari, con sede in Chiavari Piazza N.S. dell’Orto, 29/4

A.P.P.C. - Associazione Piccoli Proprietari Case con sede in Rapallo Via Cavour, 20-2

A.S.P.P.I. - Associazione Sindacale Piccoli Proprietari Immobiliari con sede in Genova V.le Sauli, 39/1

U.P.P.I. - Unione Piccoli Proprietari Immobiliari con sede in Chiavari Via Ravaschieri, 19

in data 22 giugno 2016 ha aderito agli accordi territoriali CONFABITARE LIGURIA con sede in Genova Via Palestro, 16/3

Organizzazioni dei conduttori:

An.I.A.G. - Associazione Inquilini Associati di Genova e Provincia con sede in Genova Via Dante, 2/157, aderente C.O.N.I.A.

S.I.C.E.T. - Sindacato Inquilini Casa e Territorio con sede in Chiavari P.zza Roma, 36

S.U.N.I.A. - Sindacato Unitario Nazionale Inquilini ed Assegnatari con sede in Chiavari C.so Garibaldi, 49

U.N.I.A.T. - Unione Nazionale Inquilini Ambiente e Territorio con sede in Chiavari P.zza Roma, 50/2

L’ggiornamento è limitato alle parti non più valide per l’avvenuto mutamento, a seguito del tempo trascorso, del mercato delle locazioni immobiliari.
Le planimetrie sono omesse dalla pubblicazione on-line per motivazioni tecniche e l’accesso alle stesse può essere fatto nella forma consueta presso l’Ufficio Politiche Abitative.
Si informa che annualmente il Comune di Rapallo con propria deliberazione aggiorna l’aliquota dell’ Imposta Unica Comunale – componenti IMU e TASI, nella quale è prevista l’aliquota in favore dei proprietari di immobili concessi in locazione a soggetti residenti con contratto registrato.
                                   
  Accordi Territoriali anno 2000

Accordi Territoriali aggiornamento 2015

Condividi